Milano 4 agosto 2020 – Lexia Avvocati ha ricevuto incarico di assistere un gruppo di investitori italiani per l’avvio di un’azione giudiziale relativamente alla ICO (Initial Coin Offering) promossa nel 2018 da Friendz S.r.l., tramite la società di diritto svizzero Friendz S.A., che aveva raccolto oltre € 24 milioni.

L’avvio dell’azione di risarcimento origina dall’asserita violazione della disciplina di legge e regolamentare in materia di offerta al pubblico di “prodotti finanziari” da parte della società emittente, dei promotori e degli offerenti i token denominati “Friendz Coin” (FDZ), che avevano costituito oggetto di offerta al pubblico in Italia nell’ambito di una ICO (Initial Coin Offering) promossa nel periodo tra l’1 marzo 2018 e il 21 marzo 2018 dalla società italiana Friendz S.r.l., tramite la società di diritto svizzero Friendz S.A.

A seguito della quotazione in alcuni Exchange i “Friendz Coin” hanno perso oltre il 99% del valore rispetto al prezzo di quotazione.

LEXIA Avvocati, che ha recentemente lanciato una piattaforma on-line dedicata alla promozione di class action (e all’attività di raccolta di adesioni) nei confronti delle offerte di nuove criptovalute svolte in violazione di legge (TokenClassAction), seguirà il gruppo di investitori con un team composto dal managing partner Francesco Dagnino, coadiuvato dagli associate Andrea Biglia e Filippo Belfatto.