Ulisse Biomed, healthcare biotech company italiana quotata su Euronext Growth Milan ed attiva nei settori della diagnostica, teranostica e nel campo terapeutico, ha sottoscritto un accordo quadro vincolante avente a oggetto l’acquisizione, ad un prezzo pari a Euro 26,2 milioni, dell’intera partecipazione nel capitale sociale di Hyris Limited, società hi-tech di diritto inglese a capo dell’omonimo gruppo operante nei settori biotech e cloud computing, titolare, tra l’altro, di una piattaforma tecnologica integrata che permette di eseguire in maniera intuitiva test molecolari basati su tecnologia real-time PCR su campioni biologici.

L’operazione, condizionata all’approvazione da parte dell’assemblea dei soci di Ulisse Biomed, in quanto operazione di reverse take-over ai sensi dell’articolo 14 del Regolamento Emittenti Euronext Growth Milan, avverrà mediante il conferimento delle quote rappresentative del 100% del capitale di Hyris in Ulisse Biomed a liberazione di un apposito aumento di capitale a pagamento di quest’ultima, con esclusione del diritto di opzione, in quanto riservato ai soci di Hyris ed ad un prezzo convenzionale di Euro 1,94 per azione di Ulisse Biomed.

Nel contesto dell’operazione è altresì previsto, con efficacia subordinata all’esecuzione del predetto conferimento, un aumento del capitale sociale per massimi Euro 3,55 milioni, da offrire in opzione agli azionisti di Ulisse Biomed, prima dell’efficacia dell’aumento di capitale in natura e, pertanto, non rivolto anche ai soci di Hyris.

L’acquisizione ha l’obiettivo di creare un nuovo gruppo integrato operante nell’industria della diagnostica in vitro, ed in particolare della biologia molecolare, con un posizionamento distintivo garantito dal presidio dell’intera filiera industriale e dalle caratteristiche di innovazione tecnologica dei reagenti progettati e prodotti da Ulisse Biomed, da un lato, e delle strumentazioni PCR e dei software interpretativi di Hyris, dall’altro.

Gli studi

Starclex, con un team guidato dal managing partner Carlo Riganti e composto dagli associate Giacomo Schiavoni e Gianluca Brambati ha assistito Ulisse Biomed per i profili corporate M&A.

Pedersoli Studio Legale, con un team guidato dall’equity partner Marcello Magro e composto dal senior associate Federico Tallia e dagli associate Riccardo Monge e Federico Gatti ha assistito la società per i profili capital markets.

Hyris è stata assistita nell’operazione da Lexia con un team guidato dal managing partner Francesco Dagnino e composto dal counsel Andrea Maroni e dall’associate Andrea Peruzzo.

BPER Banca S.p.A. ha assistito la Società in qualità di Euronext Growth Advisor, mentre Audirevi Transaction & Advisory per le attività di financial due diligence e Audirevi S.p.A. in qualità di società di revisione.

Growth Capital, con l’associate Giacomo Bider ha assistito Hyris per i profili financial advisory.

Qui la rassegna stampa.